La mia storia, la nostra comunità

Mi chiamo Francesca Maletti e attualmente sono vicepresidente provinciale delle Acli di Modena, dove lavoro dal 1996. Da sempre le politiche sociali e il welfare hanno incrociato il mio percorso professionale e istituzionale. Nel 2004 ho assunto l'incarico di assessore alle Politiche sociali, per la casa e per l'integrazione del Comune di Modena.

Ho continuato l'impegno come assessore dal 2009 con delega a Sanità, Casa e Politiche Sociali, ricoprendo anche l'incarico dal maggio del 2012 di Vice Presidente del Comitato di Gestione del fondo per il volontariato dell'Emilia-Romagna. Dal 2014 tornando a lavorare per le ACLI ho aperto INSIEME, il gruppo d'acquisto solidale delle ACLI di Modena presso la Parrocchia del Tempio.

Dal 2014 al 2019 ho avuto l'onore di presiedere il Consiglio Comunale di Modena e ora, per la prima volta, mi candido a rappresentare il mio territorio nell'Assemblea Legislativa regionale.

Scarica il Curriculum Vitae
Scarica il Certificato Penale

Aiutare le persone

Ho avuto la fortuna di contribuire, in prima persona, alla riprogettazione del sistema di Welfare della mia città, Modena. Ora voglio estendere queste esperienze al territorio regionale, per proteggere chi ha bisogno e sostenere le persone, le imprese, le famiglie emiliano-romagnole.

Il quinquennio dell’equità

Quella appena conclusa è stata la legislatura del Lavoro. Ora vogliamo inaugurare il quinquennio dell’Equità, proseguendo nell’innovazione del sistema di Welfare regionale.

Proteggere le persone

Per la nostra regione vogliamo la più straordinaria rete di protezione sociale della nostra storia: una rete che non abbraccia solamente gli ultimi e i penultimi, ma tutti.

Vicono le comunità

Abbiamo enormi sfide davanti: in materia di welfare, di ambiente, di innovazione digitale. Possiamo vincerle soltanto se progettiamo e lavoriamo insieme alle comunità locali.

Stiamo insieme

Stare insieme è la chiave per vincere ogni sfida. Vorrei quindi che da oggi e per il futuro, se già non lo facciamo, potessimo restare in contatto. Compilando il modulo di seguito, faremo già un primo passo.

Le grandi opportunità che ci attendono

Mi candido a queste elezioni regionali con l’idea che possiamo e dobbiamo vincere per le straordinarie opportunità che abbiamo davanti a noi, non per le paure. Sarà la testa a guidarci nei prossimi cinque anni, ma soprattutto il cuore. Un grande cuore.

La famiglia arriva in giunta

Al centro del coordinamento dei nuovi progetti, vogliamo istituire una delega alla Famiglia tra quelle attribuite alla Giunta regionale per potenziare e mettere al centro i servizi dedicati a genitori e bimbi (centri estivi, nidi, extrascuola).

Un nuovo passo avanti per il diritto alla casa

E’ tempo di un Piano Casa regionale che affronti in modo nuovo e coordinato, da Piacenza a Rimini, il tema del diritto alla casa, che è il primo dei diritti che genera sicurezza e dignità. Vogliamo estendere il modello Modena dell’Agenzia Casa.

Proteggiamo chi protegge

Le famiglie oggi affrontano difficoltà inedite per la cura dei figli e degli anziani. Per questo proponiamo l’estensione del congedo di maternità, la detraibilità di tutto l’anno educativo, il potenziamento del fondo della non autosufficienza, la nascita di una rete diffusa di punti di sollievo per i nuclei che hanno un famigliare disabile.

La motor valley diventa green

Abbiamo le competenze pubbliche e private per contrastare l’inquinamento e guidare una rivoluzione verde: un piano innovativo e radicale per la mobilità sostenibile, affidato alla Motor Valley modenese e gli altri player dell’automotive emiliano-romagnolo.

La salute di tutti

La sanità emiliano-romagnola è un’eccellenza che immaginiamo sempre più vicina alle persone. Vogliamo estendere i servizi di diagnostica alle nuove Case della Salute sul territorio e rendere le farmacie veri servizi di prossimità per prestazioni sanitarie con figure specialistiche.

Contattaci

Noi amiamo il contatto diretto con i cittadini.
Siamo sempre pronti ad ascoltare domande e suggerimenti, ma anche critiche. Se vuoi dirci qualcosa puoi chiamarci, scrivere sulla nostra pagina Facebook od utilizzare il modulo di seguito.